Cavolini di Bruxelles: benefici, proprietà nutrizionali e usi in cucina

I cavolini di Bruxelles appartengono alla famiglia dei cavoli, una varietà di Brassica oleracea. I benefici, le proprietà e i consigli su come cucinarli.
cavolini di Bruxelles, benefici, proprietà e come cucinarli

La pianta è costituita dai piccoli germogli la cui forma è tondeggiante e globulare. I cavolini di Bruxelles crescono nella zona ascellare della pianta, più precisamente in corrispondenza delle foglie principali. Questo ortaggio è costituito da una serie di piccole foglioline tutte richiuse su se stesse, esattamente come il classico cavolo, però in miniatura.

Il clima ideale di questo ortaggio è preferibilmente fresco, infatti è molto diffuso in Europa centro-Settentrionale.
Il periodo di massimo consumo è quello autunnale/invernale.
Hanno un sapore molto deciso e leggermente amarognolo e acido ma sono molto gustosi, questa loro caratteristica li rende adatti per la realizzazione di molte ricette in cucina.
Per renderli maggiormente digeribili, si consiglia la bollitura prima della cottura desiderata.

Cavolini di Bruxelles: proprietà

I cavoletti di Bruxelles appartengono al VI e al VII gruppo degli alimenti, dunque sono un alimento importante e non dovrebbero mai mancare nelle varietà di verdure che comunemente si combinano in un regime alimentario sano.

Sali minerali contenuti nei cavolini di Bruxelles

Contengono tanti sali minerali (indispensabili per il perfetto equilibrio elettrochimico). I più importanti sono: ferro, fosforo e zolfo.
Vediamo in dettaglio tutti i componenti:

  • Sodio 4,0 mg,
  • Calcio 50 mg,
  • Ferro 1,1 mg,
  • Potassio 450 mg,
  • Magnesio 23 mg,
  • Rame 0,08 mg,
  • Fosforo 50 mg.

Vitamine contenute nei cavolini di Bruxelles

Contengono un’elevata quantità di acido ascorbico, più comunemente chiamato vitamina C, Vitamina E, Vitamina K, pro-vitamina A (β-carotene), Vitamine del gruppo B. Inoltre i cavolini di Bruxelles sono ricchi è di fibre naturali ma soprattutto di antiossidanti, tra queste abbiamo: zeaxantina, tiocianati, sulforafano, indoli e isotiocianati.
Vi è presente una buona quantità di acido folico, anche detto Vitamina B9.
Per finire questo ortaggio possiede un’alta quantità di folati tanto che in soli 150 gr di alimento si potrebbe coprire l’intero fabbisogno giornaliero.

Vediamo in dettaglio tutti i componenti:

  • Vitamina A (β-carotene) 220 µg,
  • Vitamina B1 (tiamina) 0,8 mg,
  • Vitamina B2 (riboflavina) 0,15 mg,
  • Vitamina B3 (niacina) 0,7 mg,
  • Acido Folico (Vitamina B9, poco meno del 70% del fabbisogno giornaliero, su 100 gr),
  • Vitamina C 80,0 mg (80 % del fabbisogno giornaliro),
  • Vitamina K 176 mg (oltre il doppio la quantità giornaliera raccomandata per un adulto),
  • Vitamina E 0,57 mg.

Valori nutrizionali e calorie dei cavolini di Bruxelles

I cavolini di Bruxelles si prestano molto bene in una dieta ipocalorica perché sono poveri di calorie ma ricchi di altre sostanze buone.
In 100 gr di cavoletti lessati troviamo solamente 43 kcal.
Di seguito elenchiamo altre proprietà nutrizionali dei cavoIini di Bruxelles. I dati che vi riportiamo fanno riferimento all’ortaggio bollito (quindi non crudo)

  • Carboidrati: 6,6 g
  • Proteine: 6,7 g
  • Zuccheri: 5,2 g
  • Grassi: 0,9 g
  • Fibre: 5 g

Una cosa importante è che non contengono colesterolo, quindi non rappresentano un problema per i soggetti che ne soffrono.

Cavolini di Bruxelles: benefici

Se non siete abituati a mangiare cavoletti di Bruxelles, fareste bene a cambiare idea, soprattutto dopo aver letto i tanti benefici che apportano al nostro organismo. Sono davvero un cibo prezioso per il nostro benessere e per mantenerci in salute. Di seguito elenchiamo gli effetti benefici per il nostro organismo che questo ortaggio apporta.

Antitumorali

Stando ad alcuni studi condotti in Norvegia si è osservato che coloro i quali consumano abitualmente i cavolini di bruxelles hanno una minor probabilità di ammalarsi di tumore. Soprattutto per quanto riguarda i tumori che colpiscono l’apparato digestivo, il colon, fegato, prostata e l’apparato urinario. Tali benefici sono elargiti dalla presenza di clorofilla, flavonoidi, indoli, ditioltioni e carotenoidi molto utili per la prevenzione di varie neoplasie.
Inoltre, i cavoletti di Bruxelles hanno un potere disintossicante in grado di agire su certi enzimi ritenuti tossici.

Combattono stitichezza e sono diuretici

All’interno di questo ortaggio abbiamo un buon quantitativo di fibre utili regolarizzare l’intestino e allontanando i problemi legati alla stipsi. In questo modo riusciamo a garantire il buon funzionamento di tutto l’apparato digerente.
Altro aspetto importantissimo è legato al loto contenuto elevato di fibre e la presenza di tanta acqua all’interno dei cavoletti di bruxelles lo rendono adatto per combattere i problemi legati alla ritenzione idrica. In questo modo possiamo garantire benessere e salute all’intero apparato urinario.

Ricchi di antiossidanti

La presenza cospicua di β-carotene (Vitamina a), Vitamina C  e flavonoidi partecipano ai meccanismi antiossidanti, inibendo la produzione di radicali liberi responsabili dello stress ossidativo, dunque allontanando l’avanzare precoce del nostro invecchiamento.
Altro aspetto importantissimo è che rafforzano il nostro sistema immunitario

Amici degli occhi

Proteggono la vista e la mantengono in salute la retina oculare. Questo grazie alla presenza delle Vitamina E e Vitamina

Proprietà antinfiammatorie

E’ stato dimostrato che questo ortaggio ha elevate proprietà antinfiammatorie legate alla presenza di una particolare molecola: glucobrassicina oltre che al suo contenuto di Vitamina K.
Mangiare con regolarità cavoletti di Bruxelles ci permette di limitare le infiammazioni croniche articolari e muscolari.

Contrastano il diabete

Consumare regolarmente cavolini di Bruxelles ci permette di ridurre il rischio di diabete. Questo è reso possibile grazie alla sua fibra alimentare che, muovendosi lentamente nel tratto intestinale,  rallenta l’assorbimento di zuccheri. Inoltre, la presenza di acido lipoico riesce a potenziare l’effetto dell’insulina.  In questo modo agisce abbassando i livelli glicemici nel sangue.

Come cucinare i cavolini di Bruxelles

Questo ortaggio invernale è davvero versatile, si presta alla realizzazione di tante ricette semplici ma molto buone. Come già vi abbiamo accennato hanno un sapore leggermente amarognolo e pungente, per addolcirne il gusto consigliamo di sbollentarli in acqua per 5/8 minuti prima di procedere con la cottura che più preferite.
In questo modo potrete eliminare anche quel fastidioso odore tipico dei cavoli.
Una curiosità: la bollitura o la cottura a vapore tendono a ridurre drasticamente il potete antiossidante, non è così per la cottura a microonde (senza acqua).

Potete decidere di mangiare i vostri cavoletti cuocendoli interi, oppure sfogliarli e condirli a vostro piacimento come se fossero un’ insalata.
Sono ottimi per realizzarvi il condimento di primi piatti o d’ accompagnamento per un secondo di carne.
Di seguito mostriamo una ricetta a base di cavoletti di Bruxelles.

Ricetta con i cavolini di Bruxelles

Una ricetta tipica, la più adatta e spesso utilizzata fa riferimento ai cavolini rosolati in padella. Per la realizzazione di questo piatto non occorre molto tempo.

Ingredienti

  • 500 gr di cavolini,
  • 1 piccolo cipollotto,
  • 150 gr di Pancetta a cubetti,
  • sale e pepe q.b.

Procedimento

  1. Innanzitutto mettete a bollire in acqua leggermente salata.
  2. Nel frattempo lavate i cavoletti e incideteli leggermente su un lato (fate una piccola croce), quando l’acqua inizierà a bollire potete inserirli.
  3. Lasciateli bollire per 5 minuti, al temine dei quali scolerete e lascerete raffreddare un pò.
  4. A questo punto prendete il vostro ortaggio appena sbollentato e tagliatelo in 4 parti tenendolo da parte in una ciotola di vetro .
  5. A parte tagliate un cipollotto finemente e fatelo rosolare in padella assieme all’ olio extra vergine di oliva, quindi aggiungete anche la pancetta a cubetti e lasciatela cuocere per 2 minuti.
  6. Adesso potete mettere anche i vostri cavolini di Bruxelles e girate fino a cottura ottimale. Spadellate bene il tutto di tanto in tanto, così da amalgamare bene i sapori.
  7. Aggiustate di sale e pepe se serve.

Cavolini di Bruxelles: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

Leggi anche:Cosa ne pensi di questo articolo? Esprimi il tuo voto da 1 a 5 cliccando sulle stelle e condividi il contenuto in modo che anche i tuoi amici possano leggere queste informazioni. Grazie!
Cavolini di Bruxelles: benefici, proprietà nutrizionali e usi in cucina
4.5 (90%) 2 votes

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *