I sintomi comuni che indicano una carenza di vitamina D

Carenza di vitamina D: Ecco i sintomi più comuni

Una buona dose di vitamina D  si ottiene all’ aria aperta, e a causa del fatto che molti passano davvero poco tempo alla luce del sole,la carenza di questo elemento importantissimo per il nostro organismo è diffusissima.

Il nostro corpo infatti produce vitamina D attraverso la luce del sole, ma è possibile anche consumare integratori a base di determinati alimenti che ne contengono (pesce, tuorlo d’uovo,cereali e grano).

Non passiamo più molto tempo all’ aria aperta come una volta, spesso a causa dell’ incremento nei decenni dei lavori effettuati in ambienti chiusi (aziende, fabbriche, uffici), a differenza dei tempi passati quando una buona parte della popolazione lavorava la terra, accudiva il bestiame ecc. Per questo che una rivista americana, “The American Journal Of Clinical Nutrition”, ha descritto questo problema di scala mondiale come una vera e propria pandemia, con effetti pesanti sulla nostra salute sia fisica che emotiva.


La vitamina D è un elemento importantissimo per il nostro organismo in quanto contribuisce ad assicurare le funzioni di muscoli, cuore, polmoni e cervello.
Una giusta dose di vitamina D nell’organismo previene disturbi cardiocircolatori, rafforza il sistema immunitario, contribuisce alla solidità dei tessuti ossei (ossa, cartilagini e denti), previene le infezioni, e agisce addirittura da antidepressivo.

Il metodo più efficace per sapere se si è carenti o meno di vitamina D è fare le analisi del sangue, ma l’organismo ci da dei segni e sintomi che spesso sono riconducibili ad una carenza di questo elemento. Ecco i più comuni:

Osteoporosi:  Come sopra citato, una buona dose di vitamina D contribuisce alla solidità dei tessuti ossei, quindi una eventuale  carenza fa sì che le ossa esauriscano il calcio, indebolendosi e aumentando il rischio di fratture.

Ipertensione: Come sopra citato, una buona dose di vitamina D  previene disturbi cardiocircolatori, quindi una eventuale carenza aumenta il rischio di ipertensione.

Infiammazioni: Con livelli bassi di vitamina D si ha  una risposta negativa del sistema immunitario, che aumenta il rischio di infiammazioni ed infezioni.

Colesterolo: Un ruolo importantissimo di questa vitamina è quello di regolare i livelli di colesterolo nel sangue. Senza l’adeguata esposizione al sole, alcuni precursori della vitamina D si trasformano in colesterolo piuttosto che nella vitamina stessa.

Obesità: Tutte le persone obese dovrebbero controllare i propri livelli di vitamina D per capire se tale problema dipende da essa, e, in caso di carenza, integrarla con itegratori o con una maggiore esposizione alla luce del sole. Infatti uno studio tutto italiano della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico che ha mostrato come nei soggetti sovrappeso o obesi con carenza di vitamina D l’integrazione sia di aiuto per liberarsi dei chili di troppo.

Eccessiva sudorazione nei bambini: Secondo il Dr. Holick, una sudorazione eccessiva nei neonati a causa di irritabilità neuromuscolare è un sintomo precoce di carenza di vitamina D.

Depressione:  I recettori della vitamina D sono coinvolti in numerosi processi del cervello, per questo una carenza è spesso associata alla depressione.

Copyrighted.com Registered & Protected JQJ6-TQEQ-MMOL-QCV5

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
loading...
loading...

Aggiungi un commento con il tuo profilo Facebook,Google+ o anonimo

Loading Facebook Comments ...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *