Il colore dell’ urina indica il nostro stato di salute.Ecco come

Il colore dell' urina indica il nostro stato di salute.Ecco come

Dal colore della nostra urina si possono capire molte cose sulla nostra salute attuale.Essa è una vera e propria spia del nostro organismo che spesso sottovalutiamo.Nell’articolo seguente vi mostriamo come capire quando qualcosa non va attraverso il colore dell’ urina.

Urine: la nostra “pipì” è la spia dell’organismo
Nessuna pretesa di farci diventare degli analisti clinici con tanto di laboratorio di analisi, ma uno sguardo alla nostra “pipì” di tanto in tanto converrebbe darlo perché dal colore, dalla consistenza delle urine, potremmo scoprire tante cose, soprattutto, potremmo meglio capire come se la passa il nostro organismo. Un esempio? Se furtivamente gettiamo lo sguardo sulla pipì e la troviamo troppo trasparente, soprattutto per diversi giorni, questo fatto potrebbe significare nulla o qualcosa di importante, una cosa però è certa, quella che gli addetti ai lavori definiscono urina color “acqua di roccia” indica che le urine sono eccessivamente diluite. Che significa tutto ciò?

Significa che le urine sono eccessivamente stemperate, fatto normale se preceduto da abbondanti bevute uno o due giorni prima, oppure ancor più normale se abbiamo ecceduto con frutta particolarmente satura di acqua, come accade con l’anguria,quindi è tutto normale, ma se il fatto si ripete nel tempo, non associato all’ingestione di molti liquidi, se inoltre il tutto si accompagna a sete profusa, una capatina dal medico converrebbe farla, potrebbe esserci un diabete latente che si fa strada in noi. Per non parlare del fatto che se il tutto si associa ad astenia e senso di spossatezza, il fatto potrebbe essere ancor più grave perché presumibilmente associato ad uno stato di insufficienza renale. Querst’ultima patologia è grave perché trattasi di una malattia cronica e irreversibile per la quale non esiste cura, se non prendere consapevolezza della situazione e sperare che con l’alimentazione e la cura di altri disturbi associati si riesca a mantenere la funzionalità renale sia pure compromessa. Nell’ipotesi scongiurabile in cui l’insufficienza renale cronica si aggravasse fino a non far più funzionare i reni, l’unica soluzione è rappresentata dalla dialisi e dal trapianto dei reni stessi.

E se invece l’urina è di un colore giallo saturo?

Tonalità giallo intenso. In questo caso l’urina è eccessivamente concentrata, ergo, stiamo bevendo poco. Questo fatto si riscontra negli anziani che si “dimenticano” di bere ma non solo gli appartenenti alla terza età sono soggetti a questo fenomeno, visto che lo stesso può verificarsi anche in occasione di eventuali diete cui ci si sottopone. Se tuttavia tale accadimento è sporadico, nessun problema, basta correggere la quantità di liquidi da assumere. Se invece è ripetuto, bisogna rivolgersi al medico, non è escluso che qualcosa nell’organismo non vada al meglio e si possa paventare un sovraccarico renale.
E se l’urina è torbida?Vediamo ora i casi in cui dalle urine riusciamo a cogliere eventuali patologie o malesseri generali del nostro organismo,riportati da viverepiusani.com

Se l’urina è di Tonalità giallo scuro.

Questa tonalità già è più preoccupante. Un chiaro indizio che dobbiamo recarci dal medico. Il giallo intenso ci dice che c’è qualche problema al fegato e che potremmo essere affetti da ittero. Se vi succede questo, controllate gli occhi: osservate se anch’essi presentano un colorito giallognolo. Avvertirete stanchezza ed un malessere generale. Di solito è accompagnato da altri sintomi che si presenteranno in poco tempo.

E se l’urina è di colore marrone o rosso porpora?

È forse il colore più frequente nel caso in cui si soffre di qualche problema ai reni. Questo colore marrone rossiccio dipende da un’infiammazione e dal fatto che nell’urina sono presenti piccole tracce di sangue. È possibile che vi siano dei calcoli renali e che le vie urinarie stiano soffrendo a causa di questo elemento che si sta facendo dolorosamente strada verso la vescica oppure che sia ancora nel rene e lo stia danneggiando. In presenza di questa situazione, tale tonalità dell’urina è molto caratteristica. Allo stesso modo, se si tratta di un problema ai reni, avvertirete anche dolore.

Se l’urina è di colore arancio?

Questa tonalità non è molto frequente, ma può verificarsi. A cosa si deve il colorito arancione dell’urina? ad un eccesso di vitamina C nel nostro corpo. È presente in quantità eccessive e i reni filtrano tale eccesso conferendo questo caratteristico colore all’urina. Se vi dovesse capitare, sarà sufficiente ridurre il consumo di frutta e verdura contenenti vitamina C, almeno per cinque giorni. Ricordate: ridurre, non eliminare.

Se l’urina è di colore rosso?

L’urina di colore rosso è sintomo di due fattori. Il primo può essere grave, poiché può dipendere dalla presenza di sangue e dovete subito mettere a conoscenza dei fatti il vostro medico. È possibile che vi sia un problema nella vescica o nei reni; una diagnosi esatta vi darà sempre la giusta risposta. La seconda causa di questo sintomo è del tutto innocua. Se un giorno abbiamo assunto troppe barbabietole, frutti di bosco o persino alimenti con molto colorante, è possibile che l’urina acquisisca questa tonalità. L’unica cosa da fare è vedere se questo tono continua ad essere presente per più giorni, in questo caso non esitate a rivolgervi al vostro medico.

Addirittura l’urina può essere anche di colore blu.

Sorpresi? Per quanto possa sembrarvi strano, può succedere ed è dovuto ad un eccesso di calcio o a un tipo di infezione batterica. Questo succede nelle persone che assumono integratori vitaminici; si produce un eccesso o una piccola contaminazione con altre sostanze e il nostro organismo ne risente. Dovete fare attenzione a tutti i farmaci ed integratori vitaminici che assumete e  consultate il vostro medico di fronte a qualsiasi tipo di cambiamento nell’organismo.
Fonti: salutebenessereonline.blogspot.it

viverepiusani.com

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
loading...
loading...

Aggiungi un commento con il tuo profilo Facebook,Google+ o anonimo

Loading Facebook Comments ...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *